UN FRITTO CHE VALE: CARCIOFI PASTELLATI E FRITTI

PRESENTAZIONE

Se i carciofi fritti sono il vostro piatto preferito, in questo caso non potete perdervi questa versione appetitosa!

Parliamo dei carciofi pastellati e fritti, uno sfiziosissimo antipasto che può trasformarsi anche in un contorno fritto da gustare ogni tanto!

I cuori del carciofo vengono immersi in una pastella avvolgente realizzata con farina e birra rossa.

Si ottiene così uno sfizioso e squisito un finger food, morbido e leggero… da immergere nella salsa a base di ketchup e tabasco che avrete realizzato nel frattempo.

Preparate con noi i carciofi pastellati e fritti per il vostro pranzo della domenica o per una cena tra amici: vuoi scommettere che andranno a ruba?

INGREDIENTI

  • Olio di semi per friggere q.b.
  • Carciofi (circa 520 g da pulire) 4
  • Limoni 1
  • Acqua q.b.
PER LA PASTELLA
  • Birra rossa 330 g
  • Farina 00 250 g
  • Tuorli 1
  • Lievito istantaneo per preparazioni salate 5 g
  • Sale fino 1 cucchiaino
PER LA SALSA DI ACCOMPAGNAMENTO
  • Tabasco q.b.
  • Erba cipollina 5 fili
  • Ketchup 80 g

 

PREPARAZIONE

 Per realizzare i carciofi pastellati e fritti iniziate a pulire i carciofi eliminando le foglie più esterne fino a giungere a quelle più morbide: ponete attenzione alle spunte, aiutatevi con uno strofinaccio.

A questo punto sbucciate il gambo e la base del carciofo e tagliate di netto le punte. Dividete a metà ed eliminate la barbetta al centro.

Man mano immergete i carciofi in acqua e limone per non farli scurire.

Nel frattempo, dedicatevi alla salsa: in una scodellina versate il ketchup e insaporite con un pizzico di tabasco, tagliuzzate con le forbici l’erba cipollina mescolate e mettete da parte.

Passate alla pastella: in un altro recipiente versate il tuorlo, il lievito istantaneo per ricette salate, la farina e il sale.

Poi versate la birra rossa e mescolate accuratamente facendo attenzione a non far formare grumi.

Dovrete avere una pastella liscia. Adesso potete prendere una pentola abbastanza larga e scaldare l’olio a 160° (potete misurarla con un termometro da cucina).

Togliete i carciofi dall’acqua acidulata e asciugateli per bene. Sfogliateli dolcemente e poi immergeteli nella pastella utilizzando una forchetta o delle pinze.

Scolate l’eccesso di pastella e immergete nell’olio caldo un paio di pezzi alla volta. In circa 5 minuti i carciofi saranno cotti, adagiateli su carta assorbente e proseguite con la frittura di tutti gli altri.

Ecco pronti i vostri carciofi pastellati e fritti, che aspettate a mangiarli tutti?

CONSERVAZIONE

Non è consigliabile conservare i carciofi pastellati con la salsa dal momento che perdono di compattezza.

In ogni caso potete realizzare con un po’ di anticipo sia la salsa che la pastella, anche i carciofi non andrebbero tenuti per molto tempo in acqua.

CONSIGLIO

Per dare un pizzico di sapore in più ai vostri carciofi pastellati con salsa piccante potete aggiungere della paprika affumicata alla pastella.

Oltre alla salsa piccante vi consigliamo di portare a tavola anche una ciotolina con della maionese al limone: andrà letteralmente a ruba!

 

 

 

Per la ricetta e la foto si rimanda a giallozafferano

Lascia un commento