COME PREPARARE DELLE CROCCHETTE DI PATATE SUPER CROCCANTI

PRESENTAZIONE

Considerate degli antipasti sfiziosi senza tempo, le crocchette di patate rappresentano uno di quei peccati di gola che ogni tanto ci si può concedere che fanno parte della categoria finger food che regna in tutti i buffet.

Una volta portate a tavola vanno letteralmente a ruba: del resto la panatura fragrante e il ripieno morbido delle crocchette di patate riescono a conquistare davvero tutti sia grandi che piccoli.

Dal momento che rappresentano un grande classico della cucina, le crocchette di patate vengono spesso presentate in varie versioni: ad esempio con salsa allo yogurt e salmone, oppure crocchette di barbabietola molto colorate senza dimenticare le crocchette di patate e speck.

Le crocchette di patate sono facili da preparare anche se richiedono pochi ma fondamentali accorgimenti, soprattutto per quanto riguarda la scelta delle patate: devono essere quelle rosse che hanno una polpa soda e ideali per avere una purea asciutta che ha un’ottima resa per qualsiasi tipo di cottura.

Sveleremo tutti i segreti delle crocchette di patate nella nostra ricetta, non vi resta che scoprirla!

INGREDIENTI

PER 30 CROCCHETTE

  • Tuorli 30 g
  • Patate rosse 1 kg
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Parmigiano Reggiano DOP grattugiato 100 g

PER IMPANARE

  • Pangrattato q.b.
  • Uova (2 medie) 130 g

PER FRIGGERE

  • Olio di semi di arachide q.b.

 

PREPARAZIONE

Per realizzare le crocchette di patate, dovete prima lavare le patate sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali tracce di terra, successivamente lessatele in acqua bollente all’interno di pentola larga, senza sbucciarla e avendo cura di scegliere patate più o meno della stessa grandezza in modo sa uniformare la cottura.

In media le patate impiegano 40 minuti per cuocersi, tempo che viene dimezzato nel caso si utilizza una pentola a pressione.

Una volta cotte, bisognerà farle intiepidire, in modo da poterle sbucciare facilmente.

A questo punto potete passarle nello schiacciapatate in modo da avere una purea finché sono ancora calde; in una ciotola iniziate a sbattere i tuorli con pepe e sale e incorporateli poi alla purea di patate.

Potete aromatizzare con della noce moscata e aggiungere poi il parmigiano grattugiato e con l’aiuto di un cucchiaio mescolare il composto avendo cura di amalgamare tutti gli ingredienti ottenendo così un composto morbido e asciutto.

Prendete una parte dell’impasto, all’incirca 35 g e formate le crocchette.

Cercate di dare una forma a cilindro, schiacciando un po’ le due estremità.

Man mano che realizzare le crocchette adagiatele su un piatto rivestito con carta da forno.

Con la dose indicata otterrete circa 30 crocchette.

Una volta finito l’impasto impanate le crocchette: preparate due ciotole una con le due uova sbattute e l’altra con il pangrattato e passate le crocchette prima nell’uovo e poi nel pangrattato.

Collocate di nuovo le crocchette su un piatto rivestito con carta da forno.

Una volta finite tutte le crocchette, potete scaldare in un tegame non molto grande, abbondante olio di arachidi e attendete di raggiungere una temperatura di 180-190° (è preferibile usare un termometro da cucina per controllare meglio la temperatura) e poi adagiare all’interno 3-4 crocchette alla volta per non fare abbassare la temperatura dell’olio.

Aiutandovi con una schiumarola, girate le crocchette in modo da farle cuocere uniformemente e fino a quando non saranno ben dorate su tutti i lati.

Potete scolare le crocchette mettendole su di un piatto foderato con carta assorbente e servite le crocchette di patate ancora ben calde!

 

CONSERVAZIONE

È opportuno consumare le crocchette appena pronte anche se si possono congelare da crude e cuocerle poi direttamente congelate facendo attenzione a mantenere l’olio ad una temperatura un po’ più bassa.

CONSIGLIO

Se si hanno dubbi circa la tipologia di patate da usare, scegliendo quelle rosse non si potrà sbagliare, dal momento che hanno una polpa compatta e soda in grado di tenere perfettamente la cottura sia fritte, che bollite, che al forno!

Se si vogliono delle crocchette che mantengano la forma e che siano molto croccanti, potete fare una doppia panatura: dopo la prima ripassatele di nuovo nell’uovo e poi nel pangrattato.

Volete una variante più sfiziosa? Potete farcire ogni crocchetta con un pezzettino di formaggio filante che però non rilasci acqua durante la cottura (come la scamorza affumicata o anche dolce).

 

 

 

Per la ricetta e la foto si rimanda a giallozafferano

Lascia un commento